I commenti sono off per questo post

Mercoledì 6 gennaio, Festa dell’Epifania. In Duomo il solenne Pontificale

«Gente del mio tempo, perché non sei in cammino? Perché te ne stai seduta nelle tenebre che ricoprono la terra, nella nebbia fitta che avvolge i popoli? Gente del mio tempo, chi ti ha convinta che quando c’è la salute c’è tutto? Chi ti ha persuasa che la generosità sia un azzardo, la compassione una debolezza, che l’amore sia un pericolo, che la promessa per sempre sia un’imprudenza? Perché te ne stai a testa bassa a compiangere la tua situazione?», scandisce, infatti, l’Arcivescovo Delpini. 

«Sembra che il virus, che stiamo combattendo e che cerchiamo con ogni mezzo di arginare, abbia seminato non solo malattia e morte, ma un male più oscuro, una paralisi dello spirito, una specie di sospensione della vita, una confusione sul suo significato, uno scoraggiamento e un senso di impotenza».

Chiesa di Milano 

ascolta qui l’omelia