I commenti sono off per questo post

La Comunione spirituale

A Santa Marta il Pontefice ha letto un testo attribuito a uno storico diplomatico della Santa Sede e l’ha appositamente proposto ai telespettatori. Non si tratta del primo testo di questo tipo, né sarà l’ultimo, ma vediamone le caratteristiche.


Mi è molto piaciuta e mi ha piacevolmente sorpreso la preghiera proposta dal Santo Padre, nella Messa dalla cappella della Domus Sanctæ Marthæ, per invitare i telespettatori «a fare la comunione spirituale»:

Ai tuoi piedi, o mio Gesù, mi prostro e ti offro il pentimento del mio cuore contrito che si abissa nel suo nulla e nella Tua santa presenza. Ti adoro nel Sacramento del Tuo amore, desidero riceverti nella povera dimora che ti offre il mio cuore. In attesa della felicità della comunione sacramentale, voglio possederti in spirito. Vieni a me, o mio Gesù, che io venga da Te. Possa il Tuo amore infiammare tutto il mio essere, per la vita e per la morte. Credo in Te, spero in Te, Ti amo. Così sia.