I commenti sono off per questo post

Verbale del Consiglio Pastorale e del Consiglio affari economici del 10 dicembre 2019

Il 10 dicembre 2019 alle ore 21:05 si riunisce, sotto la presidenza di don Zaccaria Bonalumi, il Consiglio Pastorale unitamente al Consiglio degli Affari Economici.

Presenti: don Zaccaria, don Tommaso, don Pierangelo, don Simone, don Claudio, Melissa Denti, Paola Caldi, Matteo Ranzi, Antonio Conficconi, Elisabetta Pupillo, Roberto Zanoni, Domenico Di Stefano, Gianfilippo Macchi, Giorgio Dazzo (Affari Economici), Gabriele Tironi (Affari Economici), Chiara Pupillo, Adriana Brambilla, Andrea Ferrari, Demetrio Morabito (Affari economici), Giulio Nencioni (Affari economici), Adrio Mancini (Affari economici), Andrea Panico, Chiara Baratella (Affari Economici), Mauro Cremonesi, Andrea Villa, Stefano Dossi, Roberto Federico, Mario Andreotti (Affari Economici), Renato Martini, Nella Uccelli, Maurizio Durelli.
Giorgio Toffanello arriva alle ore 21:46; Martina Maffei Zago arriva alle ore 22:02.

Assenti giustificati: Viviana Fidao Fantino, Laura Rapetti, Katia Barraco.

1. Preghiera iniziale
Recita comunitaria della Compieta con lettura Liturgia del giorno.

2. Presentazione dei nuovi membri
Ciascuno si presenta al Consiglio comunicando i suoi dati personali, la sua situazione familiare, la sua professione e le sue impressioni su questa nuova “avventura”.

3. Introduzione al cammino e scambio
Don Zaccaria:
l’essere parte del Consiglio Pastorale significa vivere un’avventura, percorrere un cammino insieme. Ringraziamo coloro che ci hanno preceduto, sacerdoti e laici, che ci hanno permesso di essere dove siamo.
Il precedente parroco, don Gianni, durante l’ultimo Consiglio diceva: “Stiamo lavorando per il 2030”. Dobbiamo lavorare guardando al futuro! Noi lavoriamo per gettare le basi del futuro! E lavoriamo nella consapevolezza tutta da maturare che è la fede che unisce e non il proprio campanile!
La diaconia, i preti, sono collaboratori del vescovo; sono stati mandati da lui e danno la loro vita per il Signore e la Comunità, la Chiesa al fine di porgere il Vangelo a tutti. Il Consiglio Pastorale, unitamente al Consiglio degli Affari Economici, sono corresponsabili della conduzione Pastorale della Comunità con la diaconia.
A tal proposito il parroco richiama l’attenzione dei partecipanti ai cinque editoriali che parlano del Consiglio Pastorale e alla pagina tratta dal Sinodo diocesano che hanno ricevuto con la convocazione.
Ci soffermiamo sul primo editoriale e sull’invito a consigliarsi prima di prendere decisioni.
Per le scelte da fare, ci si ascolta, ci si confronta per dare poi alla diaconia la possibilità di prendere decisioni. Bisogna consigliare per discernere.
Il secondo editoriale ci invita a pensare a qualcosa di nuovo per il futuro; lavorare insieme per testimoniare il Vangelo.
Occorre lavorare insieme anche su aspetti di vita parrocchiale comune: per esempio nei Consigli precedenti si è lavorato sulla preparazione delle feste patronali che purtroppo sentono e subiscono in discesa il cambio generazionale della nostra Comunità.
Don Claudio che segue le famiglie del catechismo ci parla di come Peschiera sta cambiando e come occorre trovare qualcosa di nuovo per riuscire a tenere insieme la Comunità e che certamente non è la riproduzione di cose del passato.
L’esperienza offertaci da don Claudio è che su 129 famiglie con bambini che frequentano la seconda elementare solo 30 sono native di Peschiera. Tutte le altre sono famiglie trasferite a Peschiera da più o meno 10 anni, a volte senza conoscenza dei servizi offerti dalla Parrocchia ai propri figli o famiglie: lo stesso oratorio sembra essere una novità per loro.
La realtà è che domenica, giornata da dedicare al Signore partecipando alla Messa, è per i loro figli il giorno in cui non si va a scuola; stanchi degli impegni settimanali a fatica trovano il tempo per la Messa.

Don Zaccaria:
la direzione verso cui dobbiamo volgerci è pensare per il futuro a qualcosa di nuovo per fare aggregazione.

Don Simone:
dobbiamo rileggere la nostra vita con gli occhi di Gesù partendo dal linguaggio. Il consigliere deve spendere la sua parola nell’ottica del Vangelo. Non bisogna parlare sulla prospettiva della propria parrocchia, ma della Comunità. Alla luce del mandato ricevuto, il ruolo di consigliere è quello di portare la luce del Vangelo. Prima di esprimere un parere, è necessario dunque che ci si prepari, che si raccolgano le idee per esprimerle in modo sintetico, evitando di portare via troppo tempo durante gli incontri: valutare se quello che dico è di aiuto alla Comunità.

4. Presentazione del lavoro del CP precedente sulle celebrazioni delle Messe
Don Zaccaria:
occorre guardare la Pastorale partendo dalle varie fasce di età e dalle loro problematiche, avendo come fine il servizio al Vangelo.
L’ultimo lavoro svolto dal Consiglio precedente riguarda l’analisi delle celebrazioni delle Messe. Con il futuro ingresso della Comunità di Mezzate, sarà necessario preparaci a rivedere gli orari e il numero delle Messe. Ultimamente è capitato che in una Messa feriale don Pierangelo celebrasse ad una sola persona e in altre occasione non c’era nessuno.

Chiara Baratella distribuisce ed espone il documento di sintesi, redatto sulla base dei verbali dei Consigli Pastorali precedenti, riferito ad ogni singola Messa, sia feriale che festiva della Comunità. I verbali sono a disposizione per chi volesse consultarli integralmente.

Don Zaccaria:
sono state necessarie cinque sessioni per elaborare questo documento di sintesi. Questo lavoro sarà la base di partenza sull’argomento. Mancano pochi minuti per concludere l’incontro e vi pongo questa domanda: “Voi che cosa vi aspettate da questa avventura?”
Quello che si aspetta la diaconia è riportato sull’editoriale.

Maurizio Durelli:
registratevi sulla Newsletter per essere sempre informati. Questo è un cammino lungo ma non bisogna scoraggiarsi. Siate il sale della terra! Se gli avi non avessero avuto la voglia di intraprendere questo cammino oggi noi non saremmo qui. Non demoralizziamoci ma seminiamo, qualcuno raccoglierà.

Matteo Ranzi:
ho due paure: la prima è che non so se riuscirò a parlare “illuminato dal Vangelo” e la seconda è che se non riesco io a intraprendere azioni (tipo iscrivermi alla newsletter), l’altro potrà guidarmi? A questo proposito il parroco conferma che ben presto sarà inviato un foglio contenente tutti gli indirizzi e telefono dei consiglieri.

Roberto Zanoni:
dobbiamo uscire dalla zona di comfort (dal proprio campanile).

Domenico Di Stefano:
alcuni risultati si potranno ottenere in poco tempo, altri in tempi più lunghi. Mi capita di andare a Messa anche in altri paesi e girare è una forma di arricchimento personale. Quindi questo scambio di esperienza può aiutarmi.

Demetrio Morabito:
nel Consiglio si riporta la voce della Comunità. C’è la possibilità di dare qualcosa e di essere arricchiti. La felicità sta nell’attesa, ma per non aspettare troppo, bisogna attivarsi.

Gianfilippo Macchi:
Sulle orme del discorso del nostro arcivescovo tenuto a Sant’Ambrogio qualche giorno fa, questa sera mi sento di dire: benvenuto Consiglio Pastorale! Luogo di incontro della nostra Comunità Pastorale per un cammino che vogliamo fare insieme, dove da questa sera siamo chiamati a dare testimonianza e condividere la nostra fede. Vogliamo rinnovare da ora il nostro impegno per scrivere una pagina nuova dove i punti fondamentali che mi stanno davanti in questo momento sono: l’ASCOLTO della Parola di Dio, l’ascolto dell’altro per andare nel cuore dell’altro per capire cosa ha da darci. IL DISCERNIMENTO: riuscire ad avere la saggezza che con l’andare degli anni ti aiuta a capire le situazioni, valutarle secondo il metro di giudizio del Vangelo. IL DESIDERIO: avere la tensione per far nascere il desiderio, la voglia di cambiare, di volere il bene dell’altro contro il mio opportunismo. LA NECESSITA’ DI UNA GUIDA: sentire l’esigenza di confrontarmi con una persona autorevole, in grado di darti una spinta e con la diaconia in particolare. Confido nel Signore e nel vostro aiuto per intraprendere questo cammino.
Dobbiamo poi pensare a un metodo di lavoro. Un esempio di lavoro di gruppo che mi ha coinvolto in passato è quello di osservare come è organizzata la popolazione nel nostro territorio. Bisogna analizzare le famiglie della zona, partendo da dati oggettivi che si possono richiedere e ottenere nel rispetto della privacy.

1. Varie ed eventuali
Don Claudio:
il 07/06/2020 sarà il 30° anniversario di sacerdozio di don Zaccaria e il 50° di don Pierangelo. Sarebbe bello non prendere impegni per quella data e organizzare qualcosa per loro. Iniziamo a pensarci!

Don Zaccaria:
il 26/01/2020 ci sarà il pranzo della Comunità, il secondo incontro per tutta la Comunità. Per questa occasione sono stati invitati i partecipanti ai corsi fidanzati degli ultimi tre anni. Il servizio verrà curato dal gruppo famiglie. Ci sarà anche una testimonianza di una famiglia.

Don Simone:
durante la presentazione alcuni hanno fatto presente che sono stati votati dal parroco, vorrei fare presente che comunque tutti sono stati eletti dal parroco. Ciascuno di noi ha ricevuto un mandato da tenere vivo, come cerco di fare anche io. Bisogna conoscersi e approfittare delle occasioni comunitarie per fare squadra.

Il Consiglio Pastorale si conclude alle ore 22:45.

Il presidente La segretaria
Don Zaccaria Bonalumi Melissa Denti