I commenti sono off per questo post

Nuestra Señora de Guadalupe 12 dicembre.

Il 12 dicembre si festeggia Nuestra Señora de Guadalupe, come la chiamano gli spagnoli conosciuta anche come la Vergine di Guadalupe in spagnolo la Virgen de Guadalupe, questo è il titolo con il quale la Chiesa Cattolica onora Maria dopo l’apparizione della Madonna di Guadalupe, avvenuta nel 1531 in Messico.

La leggenda racconta che sulle colline del Tepeyac a nord di Città del Messico nella zona di Villa de Guadalupe il 12 dicembre del 1531 Maria apparve a Juan Diego Cuauhtlatoatzin. Difatti Juan Diego Cuauhtlatoatzin era uno dei primi aztechi convertiti al cristianesimo.

Il nome di Guadalupe venne suggerito dalla Vergine a Juan Diego, in azteco Coatlaxopeuh, “colei che schiaccia il serpente”.

In seguito a questa apparizione venne una modesta cappella, poi sostituita con una più grande nel 1557 e sostituita anch’essa con un santuario nel 1622. Infine venne costruita l’attuale Basilica nel 1976 chiamata Basilica di Nostra Signora di Guadalupe.

All’interno del santuario di Nostra Signora di Guadalupe si conserva il mantello di Juan Diego sopra il quale c’è l’immagine di Maria raffigurata da giovane. La reliquia subì nel 1921 un attentato ad opera di Luciano Pèrez che nascose una bomba vicino all’altare, tuttavia al deflagrare dell’ordigno la reliquia e la protezione in vetro rimasero integri danneggiando invece la basilica.

Anche se l’apparizione della Vergine non ha mai avuto un riconoscimento ufficiale, ha ufficiosamente un riconoscimento della Chiesa cattolica. Difatti Papa Giovanni Paolo II il 31 luglio 2002 ha proclamato santo il veggente Juan Diego.

La Madonna di Guadalupe è pur sempre venerata da moltissimi cattolici soprattutto nel centro America ed è considerata patrona e regina di tutti i popoli di lingua spagnola, ridando forza al culto di Nostra Signora del comune spagnolo di Guadalupe del XIV secolo.

Secondo la leggenda Juan Diego vide la Madonna la mattina del 9 dicembre 1531 sulla collina di città del Messico. La Vergine gli chiese per due volte di erigere una cappella in quel luogo. Juan Diego riferì l’incontro con la Vergine al vescovo Juan de Zumárraga che però non gli credette chiedendogli un segno che confermasse l’apparizione.

La vergine apparendo per la terza volta a Juan Diego gli promise un segno per il giorno seguente. Infatti la Vergine guarì lo zio di Juan Diego che giaceva sul letto di morte ed apparendo a lui per la quarta volta lo mandò a cogliere dei bellissimi fiori sulla collina sbocciati in una stagione insolita.

Juan Diego al capezzale del vescovo gli mostrò l’interno del mantello per mostrare i fiori ed improvvisamente sul telo apparse l’immagine della Madonna. Il vescovo sorpreso da tale apparizione si gettò in ginocchio. Il giorno seguente mostrò al prelato il luogo indicato per costruire la cappella.

Questo luogo sopra il quale oggi sorge il santuario della Madonna di Guadalupe e l’immagine della Madonna sono continuo oggetto di pellegrinaggio da parte di migliaia di pellegrini provenienti dal Messico e da tutto il mondo.

Il mantello chiamato tilma è paragonato alla sacra Sindone, composto da due teli di fibra d’agave cuciti insieme. La figura di Maria è alta circa 143 cm. L’immagine è avvolta da raggi del sole con la luna sotto i piedi.

La luna, simbolo ricorrente nelle raffigurazioni mariane e pagane, è sorretta da un angelo con ali bianche, rosse e verde che sostiene la Madonna.

Vaticano.com