Chi tra voi è saggio e intelligente?

” Siamo autorizzati a pensare”, ad essere persone ragionevoli ci ha scritto il nostro Arcivescovo Mario Delpini nel discorso alla città del dicembre 2018. E anche che le problematiche emergenti e inevitabili sono : la crisi demografica che sembra condannare la popolazione italiana a un inesorabile e insostenibile invecchiamento; la...

Prosegui lettura

A Treviglio la Via Crucis con l’Arcivescovo

Con partenza dalla Basilica di San Martino il rito quaresimale per la Zona pastorale VI sul tema «E noi vedemmo la sua gloria». In allegato l’omelia Martedì 26 marzo terza Via Crucis quaresimale presieduta dall’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini. Si è svolta a Treviglio per la Zona VI. Sul...

Prosegui lettura

Ascoltare la proposta cristiana che sconfigge la morte.

Atteso da studenti, docenti, accompagnatori e formatori, provenienti da sei diversi istituti superiori e licei, dopo il saluto introduttivo di madre Giulia Entrade, direttrice dell’Asteria”, l’Arcivescovo ricorre subito a una metafora per delineare il tema dell’incontro, “E se non fossimo tutti condannati a morte?”. Metafora che pare una favola, ma...

Prosegui lettura

Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?

Questo è un interrogativo forte che pone la questione ecologica come centrale per la nostra umanità. Quale è il suo orientamento generale? La prospettiva è un’attenzione e un “camminare insieme” per salvaguardare la “casa comune” perché il mondo è una rete di relazioni. La questione non è nel senso che...

Prosegui lettura

Sabato 1 Giugno La bellezza della Madre

Sabato 1 Giugno in tutti i santuari d’Italia si celebra “La notte dei santuari“. L’iniziativa intende ravvivare la fede dei credenti e parlare anche a chi non ha fede attraverso la cosiddetta “via pulchritudinis”, ossia attraverso il linguaggio universale e bello dell’arte, di cui i nostri santuari sono degli autentici...

Prosegui lettura

Dal “like” all’“amen”. La comunità come rete solidale richiede l’ascolto reciproco e il dialogo.

«Perciò, bando alla menzogna e dite ciascuno la verità al suo prossimo, perché siamo membra gli uni degli altri» (Ef 4,25). Una comunità è tanto più forte quanto più è coesa e solidale, animata da sentimenti di fiducia e persegue obiettivi condivisi. La comunità come rete solidale richiede l’ascolto reciproco...

Prosegui lettura

“La cura dell’altro non è perdita di sé, la gratuità del dono è parte necessaria dell’agire”

“Si tende a non percepire l’importanza della cura messa in atto dalla madre nelle prime fasi della vita, come se tutto fosse inscritto nell’ordine naturale delle cose…”. “Prima di ogni altra cosa occorre sviluppare la consapevolezza del valore della cura praticata dalla propria madre, quella cura da cui dipende la...

Prosegui lettura

Il mese di maggio e i suoi fiori primaverili inondino le nostre menti del profumo della sapienza mariana, accogliente e universale.

Il mese di maggio è detto mariano in quanto dedicato alla devozione di Maria, una figura eccezionale e sempre più considerata via e ponte tra i popoli, soprattutto tra cristiani e musulmani, che vedono in lei un faro e un modello di fede autentico ed esemplare. La sua straordinarietà è...

Prosegui lettura

Impariamo a pregare insieme

Recitando l’Ave Maria, noi siamo condotti a contemplare i misteri di Gesù, a riflettere cioè sui momenti centrali della sua vita, perché, come per Maria e per san Giuseppe, Egli sia il centro dei nostri pensieri, delle nostre attenzioni e delle nostre azioni. Sarebbe bello se, soprattutto in questo mese...

Prosegui lettura

Aveva scelto la debolezza come modalità di presenza nei crocevia del mondo, in ascolto dei poveri. Jean Vanier si è spento l’altra notte.

“Chi accoglie questo fanciullo nel mio nome, accoglie me (Lc 9,48) JEAN VANIER Qualcuno mi ama? Qualcuno vuol essere mio amico, vuol venire con me? E’ il grido del povero. E’ da oltre 50 anni che noi viviamo insieme a persone con disabilità mentale. Sono i più deboli, è il...

Prosegui lettura

Omelia della Veglia Pasquale – Bettola

Non so se Stefano ha paura del buio… La notte è per tanti il momento delle paure: anche io quando ero piccolo… la notte è abitata di fantasmi, da angoscie, da inquietudini che arrivano quando arriva il buio. Tanti bambini si infilano nel lettone per cercare una presenza rassicurante; noi...

Prosegui lettura

Omelia del Giovedì Santo

Dopo aver letto questa parte della Passione mi vien da dire: che cosa te ne fai di persone così? Che non capiscono cosa sta per accadere, sonnecchianti, che tradiscono, che rinnegano, che scappano? Che te ne fai di noi Signore? Eppure tu chiedi loro: farò la Pasqua con i miei...

Prosegui lettura

Nostro fratello Giuda

Registrazione effettuata a Bozzolo – Giovedì Santo 1958 di Don Primo Mazzolari Miei cari fratelli, è proprio una scena d’agonia e di cenacolo. Fuori c’è tanto buio e piove. Nella nostra Chiesa, che è diventata il Cenacolo, non piove, non c’è buio, ma c’è una solitudine di cuori di cui...

Prosegui lettura