Preparazione al matrimonio

Con alcune coppie e il parroco si tiene una volta all’anno (cfr volantino) il cosiddetto “corso fidanzati” che prepara le coppie che scelgono di “sposarsi in chiesa” ad una consapevolezza – da non dare mai per scontata – sul significato della Celebrazione del Sacramento del Matrimonio.

I nostri incontri sono spalmati in un periodo (gennaio/febbraio/marzo) in modo tale da non sovrapporsi agli altri incontri fidanzati che si tengono nel nostro decanato.

Negli otto incontri i nostri obiettivi sono:

  1. Suscitare una sana inquietudine sul fatto che tutte le coppie che chiedono di “fare il corso” hanno già deciso di sposarsi, mentre il percorso serve per “decidersi di sposarsi” !!!!!!!
  2. Imparare a mettere in discussione le proprie convinzioni sulla Chiesa, maturate … senza la Chiesa (magari – di fatto e senza cattiveria, né volontà – tenuta a distanza) !!! Tutte le coppie infatti confidano di non essere praticanti. Accompagniamo le coppie a comprendere che “sposarsi in Chiesa” non significa sposarsi “in una chiesa”, in una bella e religiosa “location”!
  3. Propiziare il dialogo tra i due e con noi.
  4. Scongiurare la dipendenza patologica “dalla propria casa” …
  5. Solleticare la curiosità verso il “Grande Sconosciuto” (Dio Padre) proprio tra chi si sposa! Sappiamo, infatti che ci sono tanti battezzati, ma non cristiani: il battesimo purtroppo viene spesso considerato solo come lo scontrino per “sposarsi in chiesa”, per tradizione, perché è giusto, perché è solenne!!! Le fede è, invece, una scelta: occorre verificare di essere in comunione con quel Dio che ti sposa, il Dio di Gesù Cristo. Desideriamo con le coppie imparare ad investire sul “cristiano” e molto meno sul … “matrimonio”!

Testare l’idoneità e la consapevolezza di un gesto definitivo (per tutta la vita!). Il matrimonio cristiano è anzitutto una vocazione, una chiamata di Dio ad amare, alla quale ci si prepara come per un’impresa, come per un’avventura. Non ci si può sposare perché si è innamorati o perché non si riesce a stare senza un partner …