principali avvenimenti e curiosità della nostra parrocchia.... dalla fondazione ad oggi.....

Ci pare bello, raccontarvi qualche cenno della nostra storia.
Non mancano certo, testi che la raccontano in modo più diffuso, ma a noi basta  incuriosire e creare qualche simpatia nei riguardi della nostra comunità.
Come ci si avvede dalle date, è una comunità che ha alle spalle una lunga storia; ad essa ci piace rimanere legati per trarre forza nell'affrontare in modo migliore l'avvenire.

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale
 
 

1562

Richiesta dei cittadini di S. Bovio al cardinale Carlo Borromeo di erigere a par­rocchia "l'oratorio" di S. Bovio.

1571

Visita pastorale del cardinale Carlo Borromeo alle pievi della zona, tra cui quella di San Bovio: il cardinale dona alla chiesa un compenso per il mantenimento di un cappellano in loco.

1602

Erezione a parrocchia da parte del card. Federigo Bor­romeo (24 aprile).

1737

Risale a questa data il primo registro presente in parrocchia.

1751

Visita pastorale del card. Pozzobonelli.
1829

Costruzione dell'organo della ditta Tornaghi .
1865

Acquisizione dell'altare dopo la distruzione della chiesa di Sant'Eusebio.
1896

Restauri generali della parrocchia commis­sionati da benefattori; viene anche affresca­to il soffitto della navata.
1919

Apertura della nicchia nella cappella laterale destra e dedicazione al Sacro Cuore.
1922

Ampliamento della chiesa con la costruzio­ne delle ali sud (cappella di san Giuseppe) e nord con la sacrestia.
1923

Costruzione della cappella di san Bovio.
1931

Viene dipinta l'immagine di san Bovio.
1932

Visita pastorale dal cardinale Schuster (27 e 28 aprile) con consacrazione della chiesa.
1948

Alcuni dei locali della casa parrocchiale vengono adibiti a oratorio e nel cortile vengono predisposte delle aree di gioco.

1960

Visita pastorale del card. Montini (22 maggio).

1970

Inizia la costruzione dei nuovi quartieri residenziali che portano la popolazione da una sessantina di famiglie a 3000 persone circa.

1986

Celebrazione del millenario della morte di San Bovio.

1987

Viene completamente restaurato l'interno della chiesa.

2002

Solenne celebrazione del 400°anniversario di fondazione della Parrocchia.

 
 
San Bovio: notizie storiche (†986)
 
 
 
 San Bovone (Bovo o Bovio) nacque
in Provenza verso la metà del X secolo
dai nobili Adelfrido e Odelinda.
Scelse da giovane la professione di cavaliere
per combattere i Mori,
che valendosi della base di Frassineto,
compivano frequenti e disastrose scorrerie
nella regione della Provenza.
In tale guerra molti sarebbero stati gli episodi eroici
e le imprese avventurose
a cui Bovone avrebbe partecipato,
stando alla narrazione del suo biografo.
 
 
Bovone partecipò nel 973
all’impresa di Guglielmo I, duca di Provenza,
con cui si riuscì a espugnare la roccaforte di Frassineto.
In seguito al risultato vittorioso della guerra,
Bovone decise di mutare vita,
dedicandosi intensamente all’ascesi e alle pratiche penitenziali.
Raggiunse così un alto grado di santità,
come poté dimostrare in occasione del generoso perdono
concesso all’uccisore del fratello.
 
 
 
 
Già quando era ancora cavaliere aveva fatto il voto
di recarsi ogni anno in pellegrinaggio
alla tomba dell’apostolo Pietro in Roma;
tale voto egli compì anche negli anni della sua vita penitente.
Proprio in occasione di uno dei suoi pellegrinaggi
fu colto dalla febbre nei pressi di Voghera, ove morì il 22 maggio 986.
 
A rendere celebre il suo culto fu la grande fama di taumaturgo
che Bovone godette dopo la morte, per cui Voghera lo elesse suo patrono.
 Sul suo sepolcro, verso il 1000, fu eretto un monastero benedettino.
 
 
 

Un'immagine di San Bovio
propostaci da un autore moderno:
Bruno Fattorosi
L'immagine è ispirata a un bassorilievo in marmo del 1470, esistente nell'ex chiesa di San Bovo a Voghera .

 

 

Nel 1460 venne fatta la ricognizione  dei resti del santo  dall’abate Bernardo Baldassoni.

  Nel 1810 vennero traslati nella chiesa di San   Giuseppe.

  La festa si celebra il 22 maggio, anniversario della morte.

 E’ patrono di Voghera ed è invocato contro le malattie dei bovini.

La statua di San Bovio, presente nella nostra Chiesa.