I commenti sono off per questo post

La missione nasce da una preghiera profonda e fiduciosa e da un costante contatto con la Parola di Dio.

Riflettendo su ciò che sta alla radice della “missio ad gentes”, Martini così proseguiva: «Ho colto in molte esperienze come la missione della Chiesa non possa nascere se non da una preghiera profonda e fiduciosa e da un costante contatto con la Parola di Dio, riletta anche a partire dalle situazioni locali e dalla sensibilità per culture ed esperienze nuove. Grazie ai missionari ho potuto comprendere meglio la “cattolicità” della Chiesa, che non è solo estensione geografica, dialogo culturale, apertura all’altro, ma riconoscimento dell’opera di Dio in ogni cuore umano e desiderio di risvegliare in esso l’ascolto del Maestro interiore».
Carlo Maria Martini